Oltre cento i giovani presenti al confronto sul sì o no al Preziosissimo Sangue

Oltre un centinaio di giovani piacentini hanno partecipato all’incontro sulle ragioni del Sì e del No al referendum, sviluppate da Carlo Berra, a favore della riforma, e da Pierluigi Petrini, esponente del “Comitato per il no”. Gruppi di scout e non solo, considerata l’età tra i 18 e i 25 anni, hanno occupato i locali messi a disposizione dalla parrocchia del Preziosissimo Sangue a Piacenza.

“è tra gli incontri che hanno dato più soddisfazione – hanno affermato i coordinatori del comitato “Piacenza dice sì” -; dopo più di due ore di confronto, i ragazzi erano ancora lì seduti, attenti, pronti a fare domande e a interagire con i relatori”.

“è bello – hanno concluso – che ci sia la voglia di capire a fondo il quesito referendario e che ci sia una totale apertura nel valutare le varie posizioni a riguardo”.